Pages Menu
Facebook
Categories Menu

Posted by on dic 25, 2014 in Blog | 0 comments

IL VESTITO ROSSO DI BABBO NATALE

IL VESTITO ROSSO DI BABBO NATALE

 

La notte della Vigilia si rinnova la magia del Natale attraverso gli occhi pieni di meraviglia e stupore dei più piccoli che, al loro risveglio, trovano sotto l’albero tanti pacchi colorati.

Tutti lo sanno: è merito di Babbo Natale, l’anziano omone dalla barba bianca, panciuto e gioviale, vestito di rosso che ogni anno, a bordo di una slitta trainata da renne volanti, recapita doni a tutti i bambini del mondo in una sola notte, infilandosi nei comignoli e sbucando nei caminetti, anche delle case senza caminetto.

BabboVerdeBis

Forse non tutti sanno però che fino al 1885 Babbo Natale preferiva vestirsi di verde, anno in cui Louis Prang, tipografo di Boston, decise di illustrarlo su alcune cartoline con la leggendaria divisa rossa.

La comune credenza che sia stata la Coca Cola a inventare Babbo Natale vestito di rosso è sbagliata: vero è però che la campagna pubblicitaria natalizia iniziata negli anni ‘30 lo ha reso celebre in tutto il mondo vestito con i c

olori tradizionali della famosa bibita.

Colori e marketing a parte, speriamo che abbiate passato un sereno Natale in compagnia di chi amate e di chi vi ama.

Auguri a tutti di buone feste!

Leggi Tutto

Posted by on dic 23, 2014 in Blog | 0 comments

VAN GOGH E I COLORI DELLA TERRA

VAN GOGH E I COLORI DELLA TERRA

 

In esposizione fino all’8 marzo a Palazzo Reale a Milano oltre 50 opere del pittore olandese secondo un’inedita lettura dedicata alle tematiche dell’Expo 2015: la terra e il complesso rapporto tra uomo e natura.

L’allestimento, essenziale e di grande effetto, è stato curato dall’archistar giapponese Kengo Kuma: il percorso espositivo accompagna il visitatore in un’atmosfera crepuscolare alla scoperta del mondo rurale attraverso la verità delle immagini, la forza delle pennellate e l’intensità drammatica dei colori.

Dopo diverse sezioni dedicate alla vita contadina, al ritratto, alla natura morta e alle lettere, chiude la mostra la sezione COLORE E VITA, nella quale si possono apprezzare alcune delle opere più celebri di Van Gogh ispirate al rapporto con la terra, come il CAMPO DI GRANO CON COVONI E LUNA CRESCENTE che abbiamo scelto per voi per la spettacolare tavolozza che si riempie di luce, di intensi gialli e blu ispirati ai paesaggi della Provenza e simbolo di vita ed energia.

La mostra, patrocinata dall’Ambasciata del Regno dei paesi Bassi a Roma, si inserisce tra i numerosi eventi culturali sostenuti dalla Van Gogh Europe Foundation per la tutela e promozione dell’opera di Van Gogh in occasione del 125° anniversario della sua morte.

Info su http://www.vangoghmilano.it

 

Leggi Tutto

Posted by on dic 17, 2014 in Blog | 0 comments

PREMIO “CAUDA PAVONIS” AD ALESSANDRO MENDINI

PREMIO “CAUDA PAVONIS” AD ALESSANDRO MENDINI

 

Grande attesa per gli appassionati di colore per la consegna del Premio “Cauda Pavonis”, il primo riconoscimento italiano istituito da IACC Italia per studiosi e artisti che, in diversi ambiti, contribuiscono con la propria opera alla diffusione della cultura del colore e della bellezza.proust_geometrica

A ricevere il premio è stato Alessandro Mendini, il creatore della celebre “Poltrona di Proust”, che si è sempre distinto per il suo geniale approccio al progetto, provocatorio e raffinato, e per gli originali esiti cromatici e estetici delle opere.

La cerimonia di premiazione si è svolta giovedì scorso presso il Salone d’Onore della Triennale di Milano: una piacevole e inusuale serata, interamente dedicata al grande architetto e designer milanese, con la presentazione del numero speciale del magazine COLOR DATE e il reading musicale di scritti di Mendini, proposti da Collective Intelligence, gruppo interdisciplinare di musicisti e performers.

Il premio si ispira allo statuto di IACC Italia: “Associazione no-profit che persegue esclusivamente scopi di pubblico interesse nella formazione, nella ricerca e nella progettazione del colore promuovendo la valorizzazione della cultura del colore, secondo i principi di IACC International”.

Leggi Tutto

Posted by on dic 10, 2014 in Blog | 0 comments

PANTONE MARSALA,  IL COLORE DEL 2015

PANTONE MARSALA, IL COLORE DEL 2015

 

Anche quest’anno PANTONE ha presentato il colore tendenza dell’anno: MARSALA 18-1438, una “robusta ed elegante tonalita’ – dice Leatrice Eiseman, direttore esecutivo del Pantone Color Institute ® – universalmente attraente che si traduce facilmente nella moda, nella bellezza, nell’industrial design, nell’arredamento e negli interni della casa”.

Noi di COLORE E…  diamo il benvenuto a questo sensuale e gustoso colore con l’invito pero’ a non abusarne in modo ossessivo nell’interior design. Nei nostri ambienti infatti il trend non deve farla da padrone!

Con l’uso eccessivo di questo colore correremmo il rischio di ottenere ambienti probabilmente troppo scuri e caldi, comunque uniformi e forse non adeguati. I colori devono essere scelti per quel che servono, per creare palette equilibrate e ambienti confortevoli, armoniosi, ricchi di personalità e bellezza.

http://www.coloree.it/blog/pantone-annuncia-il-colore-dellanno-2014/

Leggi Tutto

Posted by on dic 3, 2014 in Blog | 0 comments

EMOZIONE DEL COLORE IN ARCHITETTURA

EMOZIONE DEL COLORE IN ARCHITETTURA

 

Davvero un successo il convegno EMOZIONE DEL COLORE IN ARCHITETTURA: LA QUALITA’ DELL’ABIATARE NELLA PERCEZIONE DEL BENESSERE! Si è svolto ieri alla Casa dell’Architettura di Roma, confermando, ancora una volta, la felice collaborazione tra il DiPSE, presieduto dall’arch. Patrizia Colletta e I.A.C.C. Italia, rappresentata dall’arch. Daniela De Biase, responsabile della formazione.

La platea di professionisti  accorsi numerosi (moltissimi altri sono in attesa dello streaming) ha potuto assistere al confronto multidisciplinare tra esperienze maturate in ambiti diversi, ma con il comune denominatore del colore usato per il benessere individuale e della collettività.

Sono intervenuti Massimo Caiazzo, vicepresidente I.A.C.C. International, che ha parlato dei colori della città come espressione dell’intelligenza collettiva; la lighting designer Francesca Storaro, che ha mostrato come il linguaggio della luce e del colore debbano colloquiare con quello dell’architettura per valorizzare il patrimonio artistico-archeologico; la giornalista, saggista e scrittrice Lia Luzzatto, che ci ha regalato le suggestioni cromatiche dell’architettura organica steineriana; Alberto Oliverio, che, con l’occhio del neuroscienziato, ci ha presentato le strategie della mente nella percezione visiva e cromatica; infine l’applauditissimo Oscar Tusquets Blanca, architetto spagnolo, che ci ha accompagnati in un onirico viaggio nei sotterranei della città di Napoli, alla scoperta di luoghi progettati per valorizzare il trasporto pubblico, ma soprattutto capaci di trasmettere emozioni e benessere anche nel sottosuolo.

L’incontro ha rappresentato per l’arch. Daniela De Biase, organizzatrice, relatrice e moderatrice del convegno, un’altra preziosa occasione per rinnovare il personale e appassionato impegno nella diffusione della cultura del colore, mission dell’attività professionale dello studio di progettazione Colore e…

Leggi Tutto

Posted by on dic 2, 2014 in Blog | 0 comments

PROUST. I COLORI DEL TEMPO

PROUST. I COLORI DEL TEMPO

 

Per Proust letteratura e arte erano legate al doppio nodo, così come lo sono parole e colore, entrambi carichi di simboli e significati. È dalla complessità e profondità dell’esperienza visiva – e quindi cromatica – che Eleonora Marangoni ci accompagna in un’inedita rilettura del capolavoro di Proust. “Nella Recherche – scrive l’autrice – il colore non è importante in quanto viene raccontato, è importante perché egli stesso racconta. È un espediente stilistico grazie al quale Proust intreccia legami, definisce idee, svela parentele nascoste. Il colore è un vero e proprio narratore che si sostituisce alla parola”.

Nella Recherche il colore è ovunque e ogni volta per uno scopo specifico: tutti i riferimenti al tempo sono immersi nel verde, il blu segna le intuizioni poetiche, il rosa racconta il fascino delle donne amate, il rosso è il simbolo del potere dell’aristocrazia, passato e futuro sono “fiumi incolori”, mentre soltanto il presente è definito “colorato e denso”. Uno dopo l’altro, i colori della tavolozza di Proust sono presi in esame in relazione alle associazioni a temi e personaggi. Nel suo procedere incontriamo anche riflessioni che rimandano agli studi di Michel Pastoureau sulla storia dei colori nei secoli.

Il saggio si chiude con un bellissimo Atlante dei colori che raccoglie 90 illustrazioni, i dipinti menzionati da Proust nell’opera. In questa sorta di campionario cromatico della Recherche, ogni artista è idealmente catturato, evocato e celebrato da una precisa sfumatura che ne rappresenta la visione estetica e l’essenza creativa.

Proust. I colori del tempo di Eleonora Marangoni – Mondadori Electa 2014

Leggi Tutto