Pages Menu
Facebook
Categories Menu

Posted by on feb 24, 2015 in Blog | 0 comments

RGB WALLPAPERS: LA PROFONDITA’ DELLA SUPERFICIE

RGB WALLPAPERS: LA PROFONDITA’ DELLA SUPERFICIE

 

Sorprendenti e vertiginosi gli effetti delle carte da parati RGB (RedGreenBlue) dello studio Carnovsky: il duo milanese, composto da Silvia Quintanilla e Francesco Rugi, attingendo al repertorio di stampe naturalistiche di Ulisse Aldrovandi, Carlo Linneo e Pierre Joseph Bonnaterre, esplora “le profondità’ della superficie” attraverso immagini che al mutare della luce innescano sulle pareti giochi illusionistici.

Lussureggianti pattern in rosso, verde e blu si sovrappongono: i colori si mescolano, le linee si intrecciano in un caos onirico apparentemente privo di senso, ma attraverso un filtro colorato, una luce o un materiale trasparente, è possibile vedere chiaramente i diversi soggetti decorativi di cui l’immagine è composta.

carnovsky_HOP_16

carnovsky_HOP_17

carnovsky_HOP_18

carnovsky_HOP_19

 

Leggi Tutto

Posted by on feb 18, 2015 in Blog | 0 comments

IL COLORATO MONDO DI HUNDERTWASSER

IL COLORATO MONDO DI HUNDERTWASSER

 

Oltre che precursore dell’architettura sostenibile, Friedensreich Hundertwasser è anche il creatore di favolosi mondi grazie all’audacia dei suoi rivoluzionari progetti architettonici dove il colore è usato come strumento rapido ed economico per contrastare il livellamento sociale e la standardizzazione edilizia.

Aspramente critico infatti nei confronti dell’architettura razionalista moderna che considerava fredda, anonima, grigia, priva di emozioni e di creativita’, Hundertwasser sosteneva quella organica, irregolare, colorata, più vicina alla natura e attenta alle reazioni psicologiche dell’uomo, con pareti ondeggianti, tetti sinuosi e facciate dipinte come quadri.

Simbolo di tale attivita’ e’ la Hundertwasser Haus a Vienna, in cui vige quel DIRITTO DELLA FINESTRA teorizzato nel 1972 dal poliedrico artista in uno dei suoi manifesti, che da’ all’inquilino la liberta’ di dipingere i muri attorno alle aperture con colori vivaci secondo il gusto personale e “fin dove il braccio riesce ad arrivare con un lungo pennello, cosi’ che da lontano, dalla strada, si possa vedere che la’ abita un essere umano che si differenzia dai suoi vicini”.

 

Leggi Tutto

Posted by on feb 12, 2015 in Blog | 0 comments

L’ALBERO-INQUILINO NEL BOSCO VERTICALE DI MILANO

L’ALBERO-INQUILINO NEL BOSCO VERTICALE DI MILANO

 

Nel 1972 il visionario pittore, scultore, architetto ed ecologista Friedensreich Hundertwasser nel suo manifesto IL DIRITTO DELLA FINESTRA, IL DOVERE DELL’ALBERO scriveva: “Nelle nostre citta’ soffochiamo a causa dell’inquinamento dell’aria e della mancanza di ossigeno. La vegetazione che ci consente di vivere viene sistematicamente distrutta. La nostra esistenza è disumanizzata. Camminiamo lungo facciate di case grigie e sterili e non ci rendiamo conto di essere destinati a celle di prigione. In città si deve poter respirare di nuovo l’aria dei boschi!”. L’anno successivo l’artista realizzo’, nell’ambito della Triennale di Milano, una delle sue innovative idee installando su alcune finestre di via Manzoni 12 ALBERI-INQUILINI che avrebbero pagato l’affitto “con l’ossigeno, la riduzione della polvere, come sistema anti-rumore, creando quiete, distruggendo veleni, purificando l’acqua piovana inquinata, portando felicita’, salute, farfalle, bellezza e con molte altre monete”.

40 anni dopo vediamo realizzato il BOSCO VERTICALE di Milano progettato da Stefano Boeri che si e’ aggiudicato l’International Highrise Award 2014 in quanto grattacielo piu’ bello del mondo. Nella motivazione dei giurati e’ citata, tra le altre cose, la capacita’ di rispondere “al bisogno umano di contatto con la natura”. Le due torri residenziali ospitano infatti 800 alberi, 11.000 fra perenni e tappezzanti, 5.000 arbusti, per un totale di oltre 100 specie diverse: un corrispettivo di 20.000 metri quadrati di bosco e sottobosco che densificano in altezza il verde nella citta’. Questo bosco metropolitano garantisce cosi’ elevate prestazioni di sostenibilità ambientale assicurando i piu’ elevati standard di benessere ai suoi residenti, riducendo le escursioni termiche, contribuendo alla produzione di ossigeno e assicurando un significativo assorbimento delle polveri sottili.

Forse negli anni ’70 non eravamo ancora pronti per idee cosi’ radicali e coraggiose, ma, come si dice, meglio tardi che mai!

Leggi Tutto

Posted by on feb 6, 2015 in Blog | 0 comments

COLORE E LUCE FANNO IL BIS ALLA CASA DELL’ARCHITETTURA

COLORE E LUCE FANNO IL BIS ALLA CASA DELL’ARCHITETTURA

 

Dopo lo straordinario successo del 2014, il prossimo lunedi’ 9 febbraio l’Acquario Romano ospitera’ la replica del corso di formazione COLORE E LUCE – STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE SOSTENIBILE.

Il corso, che nasce dalla collaborazione tra il DiPSE e I.A.C.C. Italia, e’ dedicato al connubio inscindibile tra colore e luce, strumenti fondamentali nella progettazione sostenibile finalizzata anche al benessere dell’individuo.

L’arch. Daniela De Biase, responsabile del corso insieme all’arch. Patrizia Colletta, si alternera’ come docente all’ing. Pietro Palladino e al prof. Massimo Caiazzo nell’arco di due intense giornate per le quali sono stati richiesti 15 crediti formativi per l’aggiornamento professionale.

La giornata conclusiva si terra’ lunedi’ 2 marzo p.v.

Info su http://dipse.architettiroma.it/formazione/colore-e-luce-2/

 

Leggi Tutto