Pages Menu
Facebook
Categories Menu

Posted by on ott 22, 2014 in News

WORKSHOP TEMATICI SUL COLORE

WORKSHOP TEMATICI SUL COLORE

 

WORKSHOP

COLORE

UN PERSONAGGIO DA CONOSCERE

Conoscenze di base sulla natura e le caratteristiche del colore

Si parte da zero con il Workshop “Colore, un personaggio da conoscere”: cosa può significare il colore in ogni circostanza, in ogni ambiente, in ogni scelta più o meno meditata e spesso subita inconsapevolmente? Per cercarlo, scoprirlo e riconoscerlo è indispensabile comprenderlo intimamente e guardarlo con occhio critico ed esercitato.
Per imparare a utilizzare e sfruttare le azioni e le rel-azioni tra i colori saranno presentati in aula gli argomenti fondamentali: le origini del colore, i suoi effetti nell’ambiente, le influenze e i condizionamenti sull’individuo; le caratteristiche, i significati, le simbologie; gli aspetti psicologici e la magia delle sinestesie percettive, attraverso cui il colore ha la capacità di farci provare una sensazione per un’altra.
Svelati gli inganni e le ambiguità cromatiche, si studieranno le armonie, le mescolanze e i contrasti cromatici, che si sperimenteranno durante le esercitazioni di laboratorio.

ARGOMENTI
Origine dei colori
Colori primari e mescolanze
Cerchio dei colori
Armonie e contrasti
Effetti cromatici
Valenza semantica del colore e sinestesie
Psicologia dei colori
Colorimetria e sistemi cromatici
Il Sistema NCS

DATE
2 giornate
weeekend (venerdì e sabato)
21 e 22 novembre 2014
20 e 21 febbraio 2015
mercoledì
4 e 11 febbraio 2015


DOCENTI
Daniela De Biase, architetto e color consultant/designer IACC
Tiziana Iacobacci, architetto

 

 

WORKSHOP

IL PROGETTO CROMATICO

INCONTRO DEL COLORE CON LA MATERIA

L’applicazione pratica del colore nell’interior design

Con il Workshop “Il Progetto cromatico: incontro del colore con la materia” s’indagheranno gli aspetti pratici della componente cromatica nell’interior design.
Quali colori usare? Uno, in caso sia quello giusto… Nessuno, se è sbagliato e non è quello che serve … o Centomila, poiché di tutti si può avere bisogno, in base all’uso degli ambienti e alle esigenze di chi ci vive.

La metodologia progettuale del colore funzionale rende legittima e oggettiva la scelta tramite la valutazione di molti aspetti e punti di vista oltre a quello estetico, spesso dominato solo dal mero gusto personale.
S’imparerà a “pensare” in termini cromatico-funzionali” per modificare e rimodellare le proporzioni e le percezioni degli spazi, anche senza alterare la struttura architettonica, creando aspettative e sensazioni positive e rendere l’ambiente a misura dei fruitori.
Il linguaggio cromatico si sovrappone a quello formale della materia, che mette a disposizione una gran quantità di finiture per creare gradevoli ambientazioni sensoriali, da progettare in aula con una propria palette.
Le sensazioni cromatiche prefissate saranno quindi identificate e tradotte nell’uso di codici riconoscibili, utili alle realizzazioni.

ARGOMENTI
Effetti dei colori negli spazi interni
Uso funzionale del colore
Il progetto cromatico metodologia e obiettivi
Costruire la propria palette cromatica
Finiture pittoriche
Riuso e decorazione
Materiali

DATA
weeekend (venerdì e sabato)
5 e 6 dicembre 2014
6 e 7 marzo 2015
mercoledì
18 e 25 febbraio 2015

DOCENTI
Daniela De Biase, architetto e color consultant/designer IACC
Tiziana Iacobacci, architetto
Docenti esperti delle specifiche tematiche

 

 

WORKSHOP

COLORE E LUCE

PER LA QUALITA’ DEGLI AMBIENTI

Progettare le sensazioni luminose
attraverso l’uso funzionale della luce con il colore

Con il Workshop “Colore e luce per la qualità degli ambienti” si segue l’iter progettuale dell’illuminazione nell’interior design, completando il percorso cromatico finalizzato alla qualità degli spazi.
Il connubio Luce – Colore rappresenta la fonte principale della carica emotiva che si percepisce in un ambiente. La loro combinazione è strutturale: possono bilanciarsi o respingersi a vicenda, tanto che al variare dell’una varia anche l’altro.
Le caratteristiche della luce e la mutevolezza delle ombre cambiano l’apparenza cromatica degli oggetti e lasciano il segno nell’ambiente, distinguendo la luce progettata “per vedere” da quella “per percepire”, in funzione delle caratteristiche dei luoghi e delle esigenze dei fruitori. Un corretto clima cromatico può connotare l’ambiente, divenendo segno di orientamento e riconoscibilità, evitando gli errori causati dal fenomeno dell’interazione cromatica e luminosa, spesso ignorato o sottovalutato. La giusta luce moltiplica le proprietà fisiche del colore e accresce il benessere psico-fisico e il comfort, ottenendo al contempo risparmio energetico ed economico.
Durante il laboratorio in aula saranno trattati e sperimentati: metodologia light to go per il progetto illuminotecnico della casa e relativa verifica; i criteri di selezione delle sorgenti luminose nel vasto campo delle nuove tecnologie; esempi di ambientazioni luminose per i diversi ambienti della casa.

ARGOMENTI
Il colore come luce
Il colore e la luce
Tipi di lampade
Effetti luminosi
Sperimentazioni
Metodologia per il progetto illuminotecnico
Verifica illuminotecnica
Esempi di ambientazioni luminose

DATE
weeekend (venerdì e sabato)
12 e 13 dicembre 2014
27 e 28 marzo 2015
mercoledì
22 e 29 aprile 2015

DOCENTI
Daniela De Biase, architetto e color consultant/designer IACC
Matteo Fiore, architetto e lightdesigner

 

 

———————————————————-

LUOGO DI SVOLGIMENTO
ROMA – Via Locchi, 3 (quartiere Parioli)

DURATA
14 ore
9:30/13:30 – 14:30/17:30

COSTO
300 € + 22% I.V.A.

 

Per chi si iscrive a più di un workshop
è previsto lo sconto
del 10% sul secondo e del 20% sul terzo.

 

Per informazioni e iscrizioni:
arch. Daniela De Biase
tel.: 348.6897559
email: d.debiase@coloree.it